28 Dicembre 2019

Il Koch de Gries

Un budino a base di semolino di tradizione Triestina

Passato il Natale dovrei solo proporre ricette leggere e dietetiche, ma siamo sinceri, esistono ricette così nella nostra splendida Mitteleuropa? Rare, rarissime! 

Pero’, forse, un dolcetto particolarmente buono ma non eccessivamente pesante, l’ho trovato nei vari ricettari di cucina triestina: il Koch de Gries! 

Questa parola nasce dall’unione del termine “koch” cotto e “gries”, meglio noto come semolino. 

Si tratta di una ricetta antichissima, di origine austro ungarica, come il nome in lingua tedesca suggerisce. 

Non è nient’altro che un budino a base di semolino, impreziosito con uvetta e pinoli, che si presenta simile ad un soufflè. 

E’ un dolce molto conosciuto a Trieste, ma anche a Gorizia, in Slovenia ed in Croazia. 

INGREDIENTI

100 gr semolino

500 ml latte

60 gr burro

3 uova

100 zucchero semolato

Scorza di 1 arancis

50 gr uvetta

50 gr pinoli

 

Cominciate mettendo l’uvetta a bagno nel rum, se invece volete un budino non alcolico basterà tenerle a bagno nell’acqua tiepida. 

In una casseruola antiaderente mettete a scaldare il latte con la scorza dell’arancia, unitevi il semolino ed il burro. Cuocete mescolando a fuoco medio finchè il composto non si staccherà dalle pareti. 

Unite poi lo zucchero e lasciate intiepidire il tutto via dal fuoco. 

Dividete i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve fermissima. 

Prima aggiungete uno alla volta i tuorli al composto di semolino, latte, burro e zucchero. 

Poi delicatamente dal basso verso l’altro le chiare d’uovo. 

Infine mancan solo l’uvetta ben strizzata ed i pinoli. 

Accendete il forno a 150 ° e ponete sul fondo una teglia capiente con un centimetro di acqua al suo interno, servirà per creare vapore durante la cottura.  

Ora prendete il vostro stampo, potete usare il classico stampo da budino o a ciambella, oppure anche tante piccole cocottine monoporzioni, è indifferente! La cosa importantissima è imburrare perfettamente la forma e passarci una spolverata di zucchero semolato, senza questi due elementi avrete molta difficoltà a far uscire i vostri budini dai rispettivi stampi.

Riempite lasciando un centimetro di spazio dal bordo, in quanto tenderanno a gonfiarsi moltissimo! 

Infornate per 50 minuti e mi raccomando non aprite mai la porta del forno, altrimenti si sgonfieranno.

Una volta sfornato il koch de gries capovolgetelo delicatamente su di un piatto da portata, non abbiate fretta nel toglierlo dallo stampo, lasciatelo scivolare giù delicatamente.

Il vostro budino è pronto! Ottimo da servire tiepido con una tazza di tè! 

Buona fine e buon inizio! 

A presto..

Silvia Policardi



Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

Trieste – Opicina Historic 2019

I motori? Una passione che si tramanda di generazione in generazione!
Spesso inizio i miei pezzi sul blog con “chi mi segue nelle stories su Instagram e Facebook sa già tutto”...ma…
Scopri altro

Rimske Terme, le più antiche terme romane in Slovenia

Scoperte nel 39 a.C., vennero sviluppate nel 1840 dal triestino Gustav Adolf Ulrich
Siamo a Rimske Toplice, cittadina slovena del comune di Laško, quest'ultima nota non solo per l'omonima azienda di birra a…
Scopri altro

La pinza Triestina

Dalla tradizione Pasquale, il dolce più amato.
Dolce tipico del Friuli Venezia Giulia che assomiglia ad un morbido pan brioche, non troppo dolce, né troppo salato. Tradizione…
Scopri altro

Pancakes della domenica

Chi non vorrebbe alzarsi la domenica mattina e trovare pronti sul tavolo una pila di pancakes fumanti?? Sono una delle…
Scopri altro