26 Settembre 2019

Autunno a Bad Kleinkirchheim tra buon cibo, natura e terme

L’estate è finita...ma non le vacanze!

Dovevo arrivare a 40 anni per scoprire la bellezza della montagna a settembre? A quanto pare sì. Anche perché, se me lo avessero proposto qualche tempo fa avrei risposto “no, assolutamente! La montagna fuori stagione è un’assoluta tristezza!”.

Bene, oggi posso dire a gran voce che non c’è nulla di più bello di settembre per gustarsi il verde di queste valli della Carinzia.

ENOGASTRONOMIA – NOTTI CULINARIE

Questo è il secondo anno delle Notti Culinarie organizzate per offrire ai turisti di Bad Kleinkirchheim un’offerta enogastronomica veramente speciale. Le danze si sono aperte ufficialmente lo scorso venerdì 20 settembre e la kermesse proseguirà fino al 12 ottobre; ogni venerdì e sabato piccoli produttori locali e chef del posto prepareranno dei manicaretti con l’intento di valorizzare i prodotti tipici carinziani.

Nelle due giornate viene allestito un piccolo mercatino di fronte alle terme St. Kathrein dove si possono degustare e comprare le più svariate delikatessen, dai formaggi ad altre leccornie della regione. Il tutto viene accompagnato da musica dal vivo fantastica; se volete sentire qualcosa di realmente particolare, andate sulla pagina di DE STRAWANZA, due ragazzi che suonano e cantano musica anni Trenta e Quaranta.
Sempre qui dalle 14 alle 18 si possono trascorrere ore piacevoli col sole che scalda senza scottare e l’aria frizzante settembrina.

Verso sera i produttori sono protagonisti in alcuni ristoranti di Bad per offrire agli avventori delle cene molto, molto speciali, durante le quali vengono presentati succulenti menu degustazione. Trenta proposte diverse, ventisei produttori e undici ristoranti che hanno aderito all’iniziativa.

Io ho avuto il piacere di partecipare alla cena organizzata all’Hotel Almrausch dove l’azienda Kärntnermilch, la più grande compagnia in Carinzia che lavora con 1025 fattorie, ha presentato una selezione di piatti a base di formaggi. I vini che hanno accompagnato queste prelibatezze erano del piccolo produttore Vlg. Ritter.

Formaggio fresco con gelatina di Porto, Insalata marinata con sfere di formaggio, noci tostate e pera caramellata, zuppa di Chardonnay e zuppa di cipolla con crostino al formaggio, fonduta di formaggi con funghi, mascarpone con crema di mirtilli e soufflè al formaggio. Per concludere, ebbene sì, non ho finito, un carrello pieno zeppo di formaggi da degustare con ottimi vini.

MA l’esperienza più bella in assoluto (una delle più favolose mai vissute da quando faccio questo lavoro) è stata la camminata nei boschi di Bad Kleinkirchheim con quattro soste enogastronomiche curate dallo chef Marco Krainer. È stato proprio lui, che si definisce globetrotter perché non appartiene ad un’unica cucina ma si occupa di show cooking ed eventi, a preparare diverse bontà, dalle creme da spalmare sul pane (fatte con carne di cervo, con l’olio di zucca o con trota affumicata e kren) alla tipica zuppa di Villaco, quest’ultima con la trota affumicata al posto della carne, sublimata da zafferano e cannella.

E poi ancora un’insalata di formaggio con cipolla caramellata, aceto e miele e per concludere un cervo cucinato con verdure e spezie asiatiche accompagnato da un butternockerl davvero delizioso!

Non vi ho detto che questa passeggiata si è svolta in notturna 🙂 immaginatevi a camminare di notte su un sentiero illuminato da torce e di trovarvi all’improvviso davanti una tavola imbandita e piena zeppa di prodotti locali. Fantastico. Per tutto il percorso sarete accompagnati da una guida naturalistica che vi racconterà persino la storia di Bad.

A BOCCA APERTA! Vi lascio il LINK dedicato dove trovare tutti i prossimi appuntamenti e prenotare un pacchetto completo di hotel e degustazioni

LE TERME

Vi avevo già parlato delle terme di Bad Kleinkirchheim, ricordate?

In Carinzia molte strutture offrono SPA meravigliose dove rigenerare corpo e mente, una di queste è Ronacher, tanto per fare un nome. Coloro che invece volessero alloggiare in un appartamento o in un hotel senza SPA potranno invece optare per le St. Kathrein e le Römerbad, queste ultime perfette per famiglie ma con uno spazio incredibile dedicato ai più grandi. Per saperne di più, cliccate sul link all’inizio del pezzo!

FLOW COUNTRY TRAIL

Inaugurato da pochissimo, si tratta del più lungo percorso d’Europa che si snoda per 750 chilometri tra piste per bici e itinerari da mountain bike immersi nella natura del parco Nockberge 

CAMMINATE PER TUTTI I GUSTI

Che ve lo dico a fare, chi ama camminare qui potrà farlo in tutto tranquillità. L’autunno in Carinzia vi regalerà giornate con temperature miti, sole e i colori della natura che cambiano (ma il verde dei prati è ancora bello brillante!). Questa è la stagione perfetta per una passeggia a caccia di funghi oppure semplicemente per ricaricare le pile in vista dell’inverno.

Ma ditemi, cosa volete ancora? 🙂

Ph. Davide Zugna

L'articolo si trova in: 

Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

Destinazione nuovo Hotel Slovenija per un fine settimana tra terme e wellness.

A due passi da casa per una breve vacanza!
I triestini sono fortunati perché abitano in una città da dove in un breve lasso di tempo si possono raggiungere…
Scopri altro

Dubrovnik – Ragusa: il tour gastronomico

Ecco i posticini che mi sento di consigliarvi!
Ci siamo! Dopo avervi raccontato la storia di Dubrovnik e avervi mostrato le sue bellezze (qui il link del pezzo…
Scopri altro

Boutique Hotel San Rocco, un ritorno gradito!

Ventiquattro ore di relax tra profumato tartufo bianco e...
Se siete attenti e non vi lasciate sfuggire nessuno dei miei consigli, saprete che quest’estate sono stata ospite del meraviglioso…
Scopri altro

Cosa fare a Zagabria in un weekend 2/2

Le cose da non lasciarsi sfuggire secondo Miss Claire!
Come promesso, ecco la seconda parte dell'articolo-vademecum con tutte le chicche da non perdere nella capitale croata. Come dite? Vi…
Scopri altro