8 Settembre 2019

Un fine settimana tra natura, cibo e SPA

Ecco qualche idea per sentirsi ancora in vacanza!

L’estate sta finendo…e mentre lo scrivo, canticchio pure. Settembre è iniziato e con lui la classica routine di ogni giorno; scuola, lavoro e impegni vari. Eppure, nonostante il tempo di questi ultimi giorni non sia stato proprio clemente, nel weekend mi piacerebbe fare qualcosa che mi faccia sentire ancora in ferie!

Insomma, da qui nasce l’idea di questo pezzo. Un piccolo distillato di idee per trascorrere un fine settimana di relax e divertimento. Inizio subito con l’indicarvi qualche itinerario naturalistico dove ritagliarsi un po’ di pace (e sano silenzio), e al numero uno ci metto la valle dell’Isonzo, prima meta slovena ad aggiudicarsi il titolo di destinazione europea d’eccellenza EDEN. Questo luogo, teatro del tragico primo conflitto mondiale, offre senza dubbio un patrimonio naturale ricco e vario; partendo dalle sorgenti del fiume incrocerete scorci meravigliosi, dal Bovec alla Val Trenta, quest’ultima all’interno del Parco nazionale del Triglav.

E che dire del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane? Siamo in Carnia e questa meraviglia è Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO da ben dieci anni; il paesaggio è quello tipico delle Prealpi Orientali, caratterizzato dalle Dolomiti e da vallate lunghe e strette. Inutile dirvi che si tratta della cornice perfetta per camminate lente, escursioni, trekking e quant’altro. Un plus? È collegato da una fitta rete di sentieri e strutture d’appoggio.

Cambiamo registro, che ne dite? Devo pur pensare a chi non ha voglia di faticare! E allora come non spedirvi dritti dritti alle terme, in questo caso quelle di Dobrna: le sue acque curative sapranno stupirvi per le molteplici proprietà che nascondono, medicina perfetta per malattie ginecologiche, urologiche, reumatiche e non solo. Ve ne avevo parlato in lungo e in largo qui https://www.missclaire.it/blog/vacanze-in-slovenia/

E se dicessi Boutique Hotel Atlantida? Siamo davvero vicini da Trieste, a Rogaska, dunque niente stress per raggiungere mete lontane. Si tratta di un vero e proprio gioiellino dove rigenerarsi dalla testa ai piedi (l’ho provato poco tempo fa per voi, ricordate?); zone relax, trattamenti al sale, una piscina e zona di saune e bagno turco, il tutto circondato da parchi verdi.

 

Altro giro, altra corsa! Forse non ce la farò, ma con questo articolo vorrei soddisfare i gusti di tutti quanti voi che mi leggete. Oddio, non voglio certamente creare un caotico pot-pourri 🙂

...se dico Idrija, voi che dite? Io rispondo zlikrofi, ricordo d’infanzia ancora vivo nel mio cuore! Idrija, il cui centro antico è inserito nella lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO, è sede della Scuola di Merletto, una tradizione che vanta, pensate un po’, la denominazione di origine protetta. Una passeggiata tra le sue viuzze è un’esperienza davvero piacevole che non dovreste perdervi per nulla al mondo!

Lo stesso vale per Bled e per l’unica isola slovena, una vera chicca. Bled è uno specchio d’acqua alpino che ospita al centro un isolotto, un piccolo pezzo di terra sul quale sorge la pittoresca Chiesetta dell’Assunzione di Maria; per raggiungerla dovrete affrontare novantanove gradini...ma ne vale la pena, credetemi. Una gita in barca qui è praticamente d’obbligo, indispensabile come una capatina al castello di Bled che poggia maestoso sulla scogliera.

Una stella. Quella della Taverna di Colloredo di Monte Albano, Udine, che brilla da più di 21 anni! Ci sono stata a marzo  dell'altro anno e ne sono restata affascinata. Immaginate di trovarvi a camminare su una lunga strada e di scorgere in lontananza un castello incorniciato dalle Alpi; immaginate poi una orangerie, delle serre e vari ambienti di servizio di questa fortezza del Trecento.

Questo è la Taverna di Colloredo; la sua storia ha inizio nel 1979 quando Piero Zanini, affiancato dalla consorte Matilde Bonitti e da Vinicio Sant (ritiratosi nel 2007), prende le redini di una semplice osteria di paese trasformandola in un locale stellato. Dal novembre dell’anno scorso in cucina c’è il giovane Ivan Bombieri, veronese e con molta, moltissima esperienza nell’alta ristorazione.

In un ambiente rustico ma super elegante mi sono lasciata sedurre da piatti strepitosi presentati come opere d’arte: una terrina di foie gras con pan brioche, gel di rapa rossa e marmellata di lime, una battuta di pezzata rossa, misticanza di asparagi, crema di uovo poché e sfoglia di frico e molto altro ancora.

Il locale vanta inoltre una cantina pazzesca. Chiedete di poterla visitare, resterete affascinati (e se soffrite di vertigini…beh, vi lascio immaginare) dalla grata sospesa a trentadue metri sopra ad un pozzo originale ed ancora funzionante, nel quale vengono conservati i vini francesi. Meraviglioso!

Tutti i piatti che assaporerete qui, dalla carne al pesce, vi lasceranno a bocca aperta.

Chiudo con Altran vanta la stella Michelin. e ce l’abbiamo noi in Regione, a Ruda, comune di tremila anime della provincia di Udine. L’Osteria, non fatevi ingannare dal suo nome, è super accogliente e si ispira allo stile british che tanto mi piace.

Qualche mese fa ci sono tornata ed ho avuto l’onore, coccolata dalla compagnia del patron Guido, di assaporare la cucina dello chef Alessio Devidè. Spettacolare. Contaminazione è la parola d’ordine qui; materia prima ricercata e di qualità, piatti magistralmente eseguiti e servizio impeccabile.

Io, in quell’occasione, avevo assaggiato tra le altre cose dei formidabili Percebes, crostacei originari della Galizia. Se volete trattarvi da nababbi, questo è il posto giusto.

 

Ed è proprio con questa golosissima immagine che mi congedo da voi sperando di avervi tenuto compagnia. Con l’arrivo di settembre è bello godere degli ultimi scampoli di estate, no? Presto arriverà l’autunno...e con lui tante nuove scoperte per me e per voi! Restate connessi...ne vedremo delle belle.

L'articolo si trova in: 

Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

Sorrentino: mangiare vista mare a Trieste

Sapori mediterranei tra olivi e salsedine
Era il 15 marzo del 2016 quando uscivo con il resoconto della mia esperienza da Joia. A quell’epoca il locale…
Scopri altro

Mare e Vitovska 2018 ecco le novità!

Il 15 e 16 giugno al Castello di Duino: scopriamolo assieme!
Nella magica cornice del Castello di Duino, alle porte di Trieste, il 15 e il 16 giugno si terrà l’annuale…
Scopri altro

Il Koch de Gries

Un budino a base di semolino di tradizione Triestina
Passato il Natale dovrei solo proporre ricette leggere e dietetiche, ma siamo sinceri, esistono ricette così nella nostra splendida Mitteleuropa?…
Scopri altro

Ponte del 2 novembre? Ci pensa MissClaire!

Dalle giornate del tartufo all'enogastronomia di Ljubljana, ecco qualche spunto per ricaricare le pile
Ph. Jerian Domenica mattina. Mi infilo nella prima pasticceria che incrocio e, qualche minuto dopo, esco con il mio cartoccio…
Scopri altro