15 Agosto 2021

“C” come Collio

Non solo cantine ma anche charme e buon cibo

Per chi non lo conoscesse ancora direi MALE, MOLTO MALE. Ma se è vero che una seconda possibilità la si dà a tutti, allora avete tutto il tempo di recuperare. Come? Leggendo questo articolo fino in fondo…!

Il Collio (“Cuei” in friulano, “Brda” in sloveno) è un'area geografica collinare divisa tra Italia (provincia di Gorizia) e Slovenia (Goriziano), che si estende tra il corso del fiume Isonzo ed il suo affluente di destra, lo Iudrio, delimitata a sud dalla pianura friulana e a nord dalle frazioni di Mernico (Dolegna del Collio), Cobaler e Lasizze (Canale d’Isonzo).

Questo territorio ospita le più rinomate cantine del Friuli Venezia Giulia, ben note a livello internazionale. Oggi voglio però portarvi alla scoperta di una piccola zona del Collio, ovvero Cormons e le sue perle.

DOVE DORMIRE e MANGIARE

A questo incantevole luogo ho dedicato nel tempo molti articoli, tanto che chi mi segue sui social dovrebbe conoscere La Subida a menadito. Questo è senza dubbio uno dei posti che più amo in assoluto in Regione! Un romantico spazio dove dormire nelle casette nel bosco e passare momenti indimenticabili cullati non solo dalla natura, ma pure da un’esperienza enogastronomica che porta una stella Michelin 🙂 Sto parlando del Ristorante Al Cacciatore (e non dimentichiamo che i “meno esigenti” potranno accomodarsi all’Osteria). In un ambiente rurale ma curato ed elegante si può scegliere di passare la notte in una delle tante casette, tutte con stili diversi: da quella della nonna a quella country, dal nido nel bosco alla libreria dove due vasche a cielo aperto vi permetteranno di ammirare le stelle con un sottofondo musicale d’eccezione. Quello dei grilli!

Inutile dire che gli amanti dello stile più classico troveranno pane per i loro denti al Castello di Spessa, una tenuta mastodontica circondata dalle vigne. Posso dirlo? Un’immagine da cartolina degna di un cartone animato della Disney! Non mancano poi le 18 buche del campo da golf che si affaccia sulla splendida Spa Vinum appena terminata ma non ancora aperta (manca poco). Buon cibo? Una garanzia per le vostre papille gustative, a scelta tra il ristorante “Alla Tavernetta del Castello” e l’Osteria, uno spazio più “alla mano”.

Per l’occasione fino al 15 settembre è attivo un pacchetto “Mi Manda MissClaire – Relax nel Collio” che prevede una notte al Castello in camera superior, comprensiva di prima colazione, una cena a base carne con menù degustazione “Casanova” e abbinamento vini della tenuta, un massaggio a scelta dalla brochure della SPA. Il tutto a 430 euro per due persone.

Ma Cormons riserva anche delle piccole perle come la fattoria Zoff. Qui, in questo agriturismo molto carino, potrete fermarvi ad assaporare i loro prodotti e dormire in un ambiente familiare e accogliente. Ma non solo! Se siete di passaggio potrete anche semplicemente fare un piccolo pit-stop e conoscere da vicino una della poche realtà della Regione a seguire la filiera dall’allevamento di pezzate rosse friulane alla lavorazione del latte a crudo, fino alla produzione e affinamento di formaggi BIOLOGICI di una bontà DISARMANTE! Ebbene sì, un luogo che accoglie a braccia aperte e vi riporta indietro nel tempo, alla scoperta della genuinità.

E se vi fosse rimasto ancora un posticino per un dolce, ecco che L’Antica Ricetta con la sua Gubana saprà soddisfare la vostra voglia di sapori dimenticati! Fino a poco tempo fa (ovvero fino alla scorsa Pasqua) alla domanda “ti piace la Gubana?” la mia risposta era un tassativo NO! Ma...il giorno in cui ho assaggiato una fettina di questa bontà non ho saputo resistere dal finire l’intero dolce nelle 24 ore successive. La Gubana è tipica della zona e viene preparata con ingredienti di super qualità nel laboratorio artigianale di casa. Ad addolcire ulteriormente questa esperienza ci penserà un compagno d’eccezione, ovvero il nocino San Zuan...un elisir che nasce la notte di San Giovanni dalla rugiada che si posa sulle verdi noci. Che paradiso!

Strano io non abbia citato nemmeno una cantina? Una ve la devo: Sturm.  A due - e dico due - passi dalla Subida ecco questa Azienda Agricola che esce con un bel simbolo sulle etichette, ovvero quello biologico! Uno dei loro slogan è “è dalla terra che tutto nasce ed è alla terra che tutto ritorna.” Una frase che fa capire a pieno la loro filosofia. In cantina preservano la freschezza creando vini eleganti e fruttati, ma allo stesso tempo puliti, gradevoli al palato e genuini. Ribolla Gialla, Friulano, Pinot Grigio, Sauvignon e Merlot fanno parte della loro linea organica, ma quella classica raggruppa ancora altri bianchi e rossi.

COME SPOSTARSI

Se volete vivere questo territorio al meglio, seguite le mie indicazioni. Una volta arrivati posteggiate l’auto, lasciate le chiavi in camera e non pensateci più! Penserà a tutto Zorgniotti, colui il quale con una semplice telefonata vi fornirà il noleggio di biciclette elettriche (anche con seggiolino per i più piccoli) oppure delle nuove fiammanti e colorate Vespe Piaggio 125! Posso garantirvi che ammirare il paesaggio in sella a un due ruote fa vivere meglio la sensazione di libertà e sicuramente vi godrete degli scorci del Collio in maniera diversa dal consueto.

Ecco qui, terminata la mia mini guida sulle perle di questo angolo di paradiso in Friuli Venezia Giulia mi congedo da voi. Spero di avervi incuriositi e mi auguro di poter arricchire questo piccolo vademecum passo dopo passo, perché le bellezze qui nascono come bucaneve in montagna, un territorio che sembra ostico, non sempre capito, ma che conserva gelosamente le tradizioni e che ha voglia di sbocciare timidamente in mezzo ad un manto candido di fredda neve.

A presto!

Ph. Michele Grimac

Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

23 modi di andare al mare (anzi, al bagno) a Trieste

Piccola guida alle spiagge della città tra natura selvaggia e lidi esclusivi
Mare profumo di mare… L'estate è ormai giunta anche a Trieste ed io non potevo non accoglierla nel migliore dei…
Scopri altro

Zuppa di lenticchie alla triestina

Autunno ecco come riscaldarsi ...
È arrivato ufficialmente l'autunno portando aria fredda e un venticello dispettoso con sé... Nonostante il sole splenda ancora caldo in…
Scopri altro

Andrea Solaja: una pittrice di origine serba e triestina d’adozione

…“L’arte diventa il modo di comunicare con le persone”…
Andrea Solaja, nata nel 1988 a Belgrado e dal 2004 residente a Trieste. Ragazza dai modi delicati e gentili, dai…
Scopri altro

Liptauer : formaggio cremoso dal sapore Mitteleuropeo

Ecco la sua storia e la sua ricetta
Il Liptauer, formaggio cremoso e spalmabile, prende il suo nome dal tedesco Liptau, che fa riferimento alla regione ungherese del…
Scopri altro