Linzer Torte

Una crostata di pasta frolla alle nocciole e composta di ribes

Dalla bella Linz la regina delle crostate

Oggi vi preparo un dolce antichissimo, nato in Austria, appunto nella graziosa cittadina di Linz, alla fine del 1600 e diffusosi poi anche nel nostro vicino Alto Adige: la Linzer Torte!

E’ una crostata composta da una pasta frolla alle nocciole friabilissima, decorata con delle lamelle di mandorle croccanti e farcita con della composta di ribes rossi. E vi assicuro che è l’ottava meraviglia del mondo per le papille gustative! Il gusto della nocciola, la croccantezza delle mandorle e l’acidulo del ribes creano una sinfonia perfetta!

A voi gli INGREDIENTI per una tortiera da 24 cm di diametro.

Per la FROLLA

150 gr nocciole

150 gr zucchero canna

200 gr farina 00

1 cucchiaino lievito per dolci

2 tuorli d’uovo

150 gr burro

Pizzico sale

1 cucchiaino cannella

Latte q.b.

Mandorle a lamelle q.b.

Composta di ribes

Cominciate frullando in un mixer le nocciole con lo zucchero di canna.

Trasferite la polvere ottenuta in una ciotola capiente ed aggiungete la farina, il lievito, il sale, la cannella, i tuorli ed il burro leggermente ammorbidito.

Impastate velocemente finchè non otterrete un composto liscio e sodo che andrete a coprire con della pellicola ed a far riposare 20 minuti in frigorifero.

Nel frattempo accendete il forno a 180° modalità ventilato.

Trascorso il tempo con l’aiuto di un mattarello, stendete su di una spianatoia infarinata il panetto ottenuto spesso non piu’ di mezzo centimetro. Imburrate ed infarinate la teglia che deciderete di usare e stendete sopra la vostra frolla, facendola aderire ai bordi ed eliminando con un coltellino l’eccesso. Forellate leggermente la base con i lembi di una forchetta e farcite con la composta di ribes. Siate generosi!

Con la pasta avanzata formate il tradizionale reticolato a scacchiera. Spennellate ora con poco latte la circonferenza della crostata e cospargetela di mandorle a lamelle.

Infornate per 30 /40 minuti.

So che è difficile, ma una volta tolta dal forno, lasciatela ben raffreddare! Non abbiate fretta…! Quando è calda è morbidissima e molto molto friabile!

Completate questa deliziosa crostata con una spolverata di zucchero a velo e per i piu’ golosi un ciuffo di panna fresca montata!

Buona merenda!

 

Silvia Policardi

Commenta