11 cose da fare a Klagenfurt

Un fine settimana alla scoperta del capoluogo della Carinzia

Quando dobbiamo pianificare un fine settimana alla scoperta di nuovi posti, spesso – specialmente se abitate a Trieste come me – pensiamo alla grandi capitali: Ljubljana, Zagabria, Vienna e Praga. Nel periodo estivo finiamo invece per “planare” sulla costa croata tra sole e mare cristallino.

Ma in questa stagione, quando l’acqua non regala ancora quel tepore estivo e, perché no, avete già visitato le città sopra citate, il mio consiglio è KLAGENFURT, capitale della Carinzia sulla sponda orientale del lago  Wörthersee.

Eh sì, perché la meta è realmente molto interessante. Se partirete come me da Trieste, potrete raggiungere la città attraversando la Slovenia e sorpassando le montagne senza percorrere l’autostrada austriaca; così facendo arriverete a destinazione in poco più di due ore.

Il mio primo consiglio è quello di parcheggiare la macchina e di dimenticarla (avete capito bene) per tutto il vostro soggiorno 🙂 come vedrete è molto semplice muoversi a piedi o in bicicletta per le strade della città!

L’architettura dei palazzi è quella tipica dell’Austria e il suo centro curato e tranquillo saprà regalarvi un ritmo lento e rilassante. Ah, ricordatevi che siete in Austria: la cena verrà servita verso le 19–19.30! Se pensate di sedervi al tavolo alle 21 probabilmente andrete via a bocca asciutta.

Qui i locali non vi serviranno fiumi di birra e cocktail fino alle ore piccole e verso sera non troverete orde di gente per le strade. Chi decide di scegliere questa meta lo fa per trovare un po’ di pace e per ricaricare le batterie. Perciò, anche se in un primo momento rimarrete attoniti da tanta tranquillità, non vi spaventate. Respirate a pieni polmoni la bellezza di godervi la giornata in ogni piccolo e delicato momento!

Klagenfurt non è una metropoli ma neppure una minuscola cittadina; per darvi un metro vi posso dire che conta 100mila abitanti. E siccome non voglio cadere su tecnicismi o dati che potrete trovare in qualsiasi guida o sul web, preferisco raccontarvi quello che – dal mio punto di vista – merita fare una volta raggiunta la capitale della Carinzia 🙂

1. Appena arrivati vi consiglio di dirigervi in Neuer Platz, la piazza principale che ospita il Lindwurm, il drago alato simbolo della città. Qui troverete il “Tourism Information” dove potrete non solo chiedere informazioni, ma pure acquistare la Carinzia Card che vi darà l’accesso gratuito ad oltre 100 attrazioni con tanto di sconti molto, molto appetitosi. Il risparmio è notevole.

2. A due passi dall’ufficio informazioni troverete 20 stazioni di biciclette a noleggio Next Bike ; posso garantirvi che anche una pigrona come me ha trovato entusiasmante attraversare Klagenfurt in sella ad una bici. D’altronde qui, oltre ad un terreno pianeggiante e quindi favorevole all’utilizzo di questo mezzo, esistono innumerevole piste ciclabili da poter percorrere. L’utilizzo di Next Bike è semplicissimo, basterà scaricare l’applicazione gratuita, inserire la carta di credito a garanzia et voilà, la bici sarà pronta per esser utilizzata 🙂 Io sono partita dal centro della cittadina e, attraversando uno splendido canale costeggiato dalla ciclabile e da verdeggianti alberi e parchi, in trenta minuti (…pedalando come un’anziana signora) sono arrivata sul lago Wörthersee. Lo stesso percorso potete farlo pure a piedi!

3.Arrivati sul lago dovrete godervelo a pieni polmoni. Le sue acque sono tranquille, quindi potrete imbarcarvi per una gita sul battello senza ansia per il mal di mare; l’imbarcazione percorrerà tutto lo specchio d’acqua e – approdando in diversi punti – potrete decidere di arrivare fino a Velden (come ho fatto io che amo questa cittadina…e ve ne avevo già parlato https://www.missclaire.it/foodbeverage/falkensteiner-schlosshotel-a-velden-austria/). Vi avviso, il tragitto fino a qui dura 2 ore, ma seduti comodamente ad un tavolino dell’ultimo piano potrete godere della brezza, del sole e di un brezel con una buona birra! Su prenotazione potrete anche ordinare la colazione o il pranzo (eccovi il link https://www.woertherseeschifffahrt.at/it/).

4.Rientrati sulla sponda del lago, nella zona di Klagenfurt vi dovrete fermare ASSOLUTAMENTE ad ammirare uno dei più incredibili tramonti, le acque placide del Wörthersee rifletteranno i colori più belli della giornata e le montagne sapranno incorniciare questo splendido affresco. Certo che se volete essere romantici all’ennesima potenza, un buon aperitivo da Maria Loretto è d’obbligo!

5. Sempre lungo questa stupenda passeggiata che porta dal centro di Klagenfurt alle sponde del lago incontrerete dei bellissimi parchi ricchi di giochi per bambini, ma potrete decidere di scoprire le meraviglie del mondo in miniatura entrando al Minimundus ; 150 modelli dei palazzi più belli del globo…ah, appena entrati vi troverete faccia a faccia col Castello di Miramare! Il parco è interamente all’aperto, ma troverete una zona al coperto con un cinema 4D che, ahimè, non ho potuto testare dal momento che il parco chiudeva alle 18 e io mi ero persa a leggere tutte le didascalie delle miniature. Un mondo in scala 1:25 bello da scoprire per grandi e piccini 🙂

6. Ormai lo sapete, ogni mia gita è accompagnata non da non una, non da due ma da quante più tappe food possibili! A Klagenfurt mi sentirei di consigliarvi due posticini. Uno è il Cafe DomGassner, ideale per un pranzo veloce e in pieno stile austriaco; qui, oltre ad un OTTIMO caffè Illy, potrete assaporare delle tartine incredibili, dal salmone all’uovo, passando per il tonno e il liptauer. Per la cena la mia preferenza cade indiscutibilmente su Gasthaus im Landhaushof ; spettacolare la birra, eccellente il servizio e la carne…beh, un tripudio di sapori! Non esagero se vi dico che, a mio gusto, questo è davvero uno dei migliori ristoranti mai provati in Austria. Aspettatevi dei piatti tipici che strizzano l’occhio alla stagionalità; io ho assaporato degli ottimi asparagi bianchi con salsa olandese e prosciutto cotto fritto. Top.

7. Finita una buona cena, irrinunciabile una bella passeggiata notturna tra le vie della capitale. Rilassante.

8. Volete visitare qualche angolo particolare della città? Eccovi le mie dritte. Non perdetevi Stadtpfarrkirche, la Chiesa di S. Egidio e il suo campanile, una delle più antiche di Klagenfurt in stile neo-barocco; immancabile pure Wörtersee Dwarf, una piccola statua vicino alla piazza principale del centro storico dalla cui botte sgorga un getto d’acqua continuo per non dimenticare le passate alluvioni che hanno colpito la capitale. E Landhaus? tra le due piazze maggiori spicca uno dei più importanti edifici della città: la sala saprà lasciarvi a bocca aperta. Fermatevi ad ammirare pure lo Stadttheater, un edificio in stile liberty realmente incantevole, bello come Il Museo di Arte Moderna della Carinzia (MMKK) : circa 1000 metri quadrati di superficie espositiva rimodernata. Imperdibile.

9. Vogliamo proseguire con le soste caffè? Come ben saprete una delle mie dipendenze è per questa bevanda coloniale alla quale NON POSSO rinunciare. E allora eccovi serviti tre posticini dove fermarvi per sorseggiare qualcosa di buono. Uno è lo Schwarzes Schaf, localino appena aperto che vi offrirà pure una buona scelta di torte. Altra meta piacevolissima è il PA NI MA; curato ed accogliente saprà regalarvi un servizio a 360 gradi (nella toilette troverete anche un’ampia scelta di creme per le mani e prodotti per la persona!). Il PA NI MA propone pure una ricca scelta di whisky e birre. Uno dei pochi bar aperti fino a mezzanotte è invece il Cafe Corso. Se amate bere qualcosa dopocena, qui potrete farlo (calcolate che gli altri locali chiudono quasi tutti verso le 22).

10. Dove dormire? Credo possiate scegliere ciò che più vi aggrada curiosando su Airbnb (a tal proposito, se vi iscrivete a questo link http://bit.ly/2KWyfoV riceverete 25 euro di crediti di viaggio gratuiti). Io ho scelto di prenotare alla Suite Veneto dell’Hotel Sandwirth; uno splendido appartamentino nel Palais Musil composto da due camere matrimoniali, due bagni e un soggiorno con cucina open space, tutto arredato in legno e stile “montagna”.

11. Siamo alla fine. Prima di rientrare a casa – quando riprenderete possesso della vostra macchina ormai abbandonata da giorni – dovrete assolutamente fiondarvi alla Pyramidenkogel , pazzesca torre panoramica. Qui, sospesi a 54 metri d’altezza, potrete ammirare una vista mozzafiato, dalle Caravanche agli Alti Tauri, dall’azzurro del Wörthersee alla valle dei quattro laghi di Keutschach. E se questo non vi avrà fatto girare la testa a sufficienza, preparatevi ad una discesa veramente divertente dallo scivolo più alto d’Europa! Un’esperienza meravigliosa per tutti, adulti o bambini.

 

  1. …mi ricordi i miei 22 anni a Klagenfurt(Celovec).Avevo l`Ufficio in Karfreitstrasse 26/2.Subito vicino a Heider.Le mura del mio cortile erano sempre imbrattate di scritte come :Heider e` Bandito.Forse sei passata sotto questo bel Edificio a tre piani.E` a trecento metri dalla Piazza Centrale.I ricordi sono interminabili,al prossimo inco
    ntro ti racconto quello che non hai scoperto da sola.Non dimenticare che il parroco di Klagenfurt e` un mio lontano parente:Dr. Luciano FERENCIC.

Commenta