Lussino, 8 cose da sapere e vedere

Un piacevole ritorno per ammirare questa terra nella bella stagione

Dopo il primo articolo di qualche mese fa (per rileggerlo cliccate QUI) ritorno a Lussino per scoprire nuove cose. E le ho raccolte tutte, una ad una, per voi 🙂

  1. Giro in barca alla scoperta delle baie e dell’isola di Susak

Una delle cose piĂą belle da fare su un’isola è quella di ammirarla da una prospettiva diversa, ecco perchĂ© vi consiglio di noleggiare un motoscafo o un gommone e salpare alla scoperta di nuovi scorci!

La mia giornata e quella di chi era con me è partita dal porticciolo di Lussingrande. Ci siamo fatti guidare dal preparatissimo Ivan, lo skipper che ci ha accompagnati in questa avventura.

Come prima cosa siamo passati tra le due isole di Otok Vele Orjule e Otok Male Orjule, entrambe disabitate; a dire il vero su quest’ultima si trova una minuscola casetta con porticciolo privato, di proprietĂ  di un signore che oggi vive in Italia.

Lasciate alle spalle le isolette di Otok Sveti Petar e Ilovik, abbiamo ammirato il paesaggio e proseguito il nostro giro verso baie incantevoli. La spiaggia Plieski, Krivica, Borik, Veli Zal e molte altre che si trovano lungo la costa dell’isola di Lussino.

Da qui, dopo soli 15 minuti di barca, siamo approdati a Susak, un’isola di sabbia! Immaginate che spiagge, amici…acqua cristallina, fondali di sabbia bianca. Vi sentirete ai Caraibi 🙂 Dopo un rigenerante tuffo a Bok abbiamo deciso di mangiare un boccone; da Konoba Barbara ci siamo saziati con un bis di calamari alla griglia e fritti eccezionali.

Una sbirciatina alle vie del paese (che fino a prima della guerra contava più di duemila abitanti) e ci siamo diretti verso il porto, lasciandoci alle spalle questa meraviglia. Susak è piena di suggestivi canneti e un tempo qui sorgevano i filari per le viti.

    2. Alloggiare nella “Vitalità”

Se lo slogan di Lussino è “Isola della Vitalità”, perché non alloggiare allo storico Punta Vitality Hotel a Lussingrande ?

Rimesso a nuovo da qualche anno, qui la parola d’ordine è benessere! Le camere spaziose godono di una splendida vista sul mare, sulla piscina di acqua salata e sulla spiaggia privata.

La cucina è ottima e si può persino contare sui consigli di una nutrizionista. L’hotel Punta ha ottenuto la certificazione ECARF che lo identifica come struttura adatta a persone con allergie, e la certificazione BOSK relativa all’assenza di glutine che garantisce appunto che tutti i cibi serviti non ne siano contaminati.

Qui sarà possibile prendersi cura della propria forma fisica grazie a due splendide palestre; una attrezzata per il Crossfit e l’altra più classica. Per gli amanti del tennis non mancano poi i campi in terra rossa. Qual è il momento migliore per seguire la nostra persona se non in vacanza?

Chiedete informazioni al concierge, saprĂ  rispondere con precisione a TUTTE le vostre domande.

  1. Alla scoperta dei delfini

Una delle escursioni più emozionanti che potrete fare qui è quella che vi porterà, assieme a una decina di persone, alla scoperta dei delfini. Si può scegliere di partire sia da Lussinpiccolo sia da Lussingrande e con diversi orari.

Il tour dura 3 ore e se in quel lasso di tempo non avrete visto i delfini, sappiate che potrete reimbarcarvi con accesso gratuito al prossimo giro disponibile!

  1. La pesca miracolosa

Se siete amanti della pesca, qui potrete sbizzarrirvi! Che vi troviate su una barca o meno…beh, ogni occasione può essere buona, ma è fondamentale richiedere il permesso per farlo (sì, potete decidervi anche il giorno prima)

Armatevi di santa pazienza e ottimo spirito! Io ci ho provato, sveglia all’alba e canne da riva ma NIENTE. Ho avuto più fortuna a Barcola nel porticciolo sotto casa. Giornata sbagliata? Può darsi, fatto sta che alzarmi prestissimo mi ha permesso di godere di Lussino quando ancora tutti dormono. Meraviglia.

Ammirare il sole che sorge e le barche che si mettono in moto nelle primissime ore del mattino è stata un’esperienza unica.

  1. Un tramonto mozzafiato

Ritorno a farmi un buon aperitivo davanti al calar del sole al Providenca. Ve ne avevo giĂ  parlato in un articolo qualche tempo fa (link QUI) ma ci sono voluta tornare con i caldi raggi di luglio; mi son seduta a guardare il sole che si tuffava nel mare e Lussinpiccolo accendersi pian pianino.

Con una buona birra gelata cosa volere di piĂą? Un saluto alla giornata di mare appena trascorsa con una vista da arresto cardiaco!

    6. Una cena tra i profumi di erbe aromatiche

Quando scovo dei posticini esclusivi mi piace sempre ritornarci, perciò eccomi a riabbracciare Sandra al Miomirisni OtoÄŤki Vrt. E ho fatto proprio bene a tornarci perchĂ© dalla mia ultima visita qualcosa è cambiato…sì, le CENE! Sotto ad una campana ecco nascondersi la bontĂ  delle bontĂ : agnello e patate con – immancabili – le erbe aromatiche del giardino. Qui si mangia una Peka incredibile e tra i muretti a secco del giardino, le piante e gli olivi si gode di un’atmosfera veramente pazzesca!

  1. Un aperitivo speciale fuori dai comuni tracciati turistici

Amo stare tra la gente, ma allo stesso tempo mi piace trovare dei luoghi fuori dai tracciati convenzionali!

Questa volta ho scoperto il Veli Beach Bar, che di giorno è un centro balneare aperto al pubblico e gratuito, e la sera viene illuminato solo di lanterne con candele; due fari fanno poi risaltare il colore dell’acqua del mare. Così, in un clima assolutamente informale e dal sapore un po’ hippie ci si gode il rumore del bagnasciuga e della musica. Metteteci poi una birra o un gin tonic (Gordon’s o Bombay) e BASTA, QUI NON SERVE ALTRO!

  1. Come raggiungere Lussino?

Ci sono molteplici modi per raggiungere questa splendida isola, da qualche settimana da Trieste si può utilizzare l’ALISCAFO che vi porterà qui in 3 ore e mezza al costo di circa 50 euro a persona.

In alternativa potrete raggiungerla comodamente con l’aereo, perché Lussino dispone di un piccolo aeroporto e partendo da Zagabria, Pola, Spalato o Lugano raggiungerete l’isola in men che non si dica (ecco il LINK per le prenotazioni ).

E il traghetto? Sì, c’è pure questo con partenza da varie localitĂ . Io solitamente parto da Brestova, ma seguendo questo LINK troverete tutti i dettagli.

Se volete risparmiare qualcosina vi consiglio invece l’autobus che parte da Fiume, Zagabria o Lubiana

Ora non ha avete piĂą scuse, vi ho consegnato tutto quello che serve per poter partire!

Buona estate e a presto mia cara Lussino 🙂

 

Commenta