Canederli ai funghi

Il bosco regala buone cose da mettere nel piatto

Settembre, un insolito caldo continua a farci compagnia, le giornate sono ancora luminosissime ma la sera si respira un’aria diversa e sui marciapiedi calpestiamo già qualche foglia gialla…

Per gli amanti della montagna poi è il periodo ideale per andare a funghi! Lunghe passeggiate nel bosco a caccia di questi piccoli profumatissimi tesori!

Io ho sempre avuto una passione sfrenata per ogni tipo di fungo…li amo in qualsiasi ricetta! Trifolati, fritti, nelle zuppe…ma c’è un piatto che piu’ mi riporta alla mia infanzia di bambina felice…i canederli ai funghi!

Il piatto povero austroungarico per eccellenza, per recuperare il pane raffermo che abbiamo in casa..il mio compagno li ama alla follia e appena trovo qualche bel funghetto fresco glieli preparo…!

INGREDIENTI per 8 canederli

 

150gr pane raffermo

2 uova

150 gr funghi pioppini

15 gr porcini secchi

Latte q.b

½ cipolla

Prezzemolo tritato

Sale

Pepe

Olio di oliva

Parmigiano reggiano grattugiato

Burro

Erba cipollina

 

Prendete il vostro pane raffermo e tagliatelo a tocchetti piccoli, se tanto duro bagnatelo leggermente con un po’ di latte.

Occupatevi poi dei funghi. Puliteli con cura e tagliate le estremita’

Fate scaldare una noce di burro ed un filo di olio in una padella. Tritate la cipolla e versatela nella padella insieme ai funghi pioppini.

Pochi minuti e saranno cotti. Aggiungete i funghi secchi precedentemente ammollati in acqua tiepida, il prezzemolo e aggiustate di sale e pepe.

Lasciate raffreddare, ponete i funghi trifolati su di un tagliere e tritateli a tocchetti piccoli.

In una ciotola capiente versate il pane, i funghi, il formaggio, le due uova ed aggiustate nuovamente di sale e pepe. Impastate finchè non otterrete un composto abbastanza compatto in modo da riuscire a formare della palline di media grandezza.

Mettete a bollire abbondante acqua e fatele cuocere per 4 minuti, saranno pronte quando verranno a galla.

Servitele con burro fuso, parmigiano grattugiato ed abbondante erba cipollina!

Silvia Policardi 

Commenta