La Majun, come sentirsi a casa in Val Badia

Un nido di coccole tra le Dolomiti

Come ben saprete sono stata ospite dell’evento CARE’s in Val Badia per un paio di giorni; un’esperienza pazzesca che vi ho già raccontato in lungo e in largo. (https://www.missclaire.it/foodbeverage/missclaire-a-cares-the-ethical-chef-days-2018/)

Quello che non vi ho ancora detto è però dove ho alloggiato tra le montagne! E vi dico subito che non potevo non includerlo nel mio spazio MissClaire: perché se di eccellenze e chicche vogliamo parlare, di La Majun vi devo raccontare :-)

Siamo a La Villa, nel cuore delle Dolomiti, un’incantevole sosta in quello che le sue colonne portanti Roberta e Natalie, rispettivamente madre e figlia, non vogliono si definisca semplice hotel ma CASA. Ed effettivamente in questo luogo si respirano clima familiare, genuinità e passione.

miss_claire_la_majun-1065

Le donne – per dirla tutta – non sono due ma tre; La Majun è infatti alla terza generazione. Tutto è iniziato negli anni Sessanta quando Giuditta, mamma di Roberta e di cinque bimbi, si ritrova sola a condurre una famiglia. In questi anni inaugura le sue due prima camere “la Villa Alpina” e con l’aiuto dei giovani figli getta le basi di quello che diventerà, con il passare del tempo, un luogo incantevole.

La posizione è ottimale, da qui si può raggiungere a piedi la famosa “Gran Risa”, pista sulla quale si disputano le gare della coppa del mondo di sci alpino. Ma se non siete sciatori provetti vi basterà attraversare la strada per approdare ad una seggiovia e sciare su una pista di livello semplice.

Chi invece decide di soggiornare con la famiglia e bambini piccoli avrà la fortuna di uscire dall’hotel e di trovarsi direttamente su un campetto per piccini con tanto di skilift. Così facendo potrete lasciare vostro figlio divertirsi mentre ve ne starete seduti nella SPA o al bar.

Bene, ma ora parliamo di questa splendida struttura (il cui nome in Badiot significa fienile). Appena entrati il profumo del legno vi accoglierà in un ambiente super confortevole; l’arredo è moderno, i toni caldi del rosso veneziano e del grigio dominano non solo la hall ma pure la suite nella quale passerò giornate indimenticabili. Tra le luci e il caminetto…vi sembrerà di ritrovarvi stretti in un abbraccio! Un nido, anzi.

miss_claire_la_majun-1062

miss_claire_la_majun-1004

miss_claire_la_majun-1068

Tutto è armonico e molto curato, dove si posa il mio occhio trovo qualche oggetto d’arredo, qualche deliziosa suppellettile dal gusto di montagna delicato ed elegante.

Appena fatto il check-in Roberta mi invita ad assaporare qualcosa di buono nel bar vicino alla hall. Potevo dire di no? No. E così, in men che non si dica mi ritrovo davanti ad un piccolo buffet di delizie. Dallo strudel alle profumatissime torte.

Ma c’è un ma. Sono le 13,30, orario perfetto per posticipare il dessert e lasciarsi sedurre da un buon piatto caldo :-) Mi accomodo in una piccola saletta riservata che si affaccia sulla pista per piccini di cui vi parlavo prima; qui, in questo cubo di legno con una magnifica vetrata, sono pronta ad assaporare la cucina di La Majun.

Con cosa mi sono deliziata? Gnocchi di patate con fonduta di formaggi e tartufo e spätzle di spinaci con finferli. La bontà.

Finito il pranzo non arrivo nemmeno in camera perché la voglia di curiosare in giro è troppa. Inizio il mio giro di ispezione dal ristorante; noto subito una porticina quasi a scomparsa, la spingo e…arrivo in una sala relax! Chaise longue che guardano sulle Dolomiti e tanta pace. WOW!

miss_claire_la_majun-1041

miss_claire_la_majun-1022

Da qui mi ritrovo alla rinnovata zona Benessere “Agana”, 600 metri quadrati con tanto di (preparatevi alla lista, gente!): piscina coperta vista montagne, idromassaggio, solarium, zone relax con tradizionali letti contadini in legno, sauna a 60 e 85 gradi, bagno turco al sale, bagno turco ai fiori di montagna, percorso Kneipp e un’immersione nella vasca fredda alimentata con acqua di fonte proveniente dalle montagne. Non vi basta? Agana dispone anche di un piccolo salottino con tisane preparate – anche queste – con acque di fonte, il tutto condito da un sottofondo musicale soft, candele e lampade di design.

miss_claire_la_majun-1034

miss_claire_la_majun-1025

miss_claire_la_majun-1045

Per gli amanti della cura della persona c’è una Beauty Farm dove è possibile scegliere tra molteplici trattamenti. Viso e corpo, detox, relax, antistress e anti-età, aromaterapia, bagni di fieno della tradizione sudtirolese, bendaggi, peeling e chi più ne ha più ne metta!

Sì ma…la mia camera? Finalmente è giunta l’ora di scoprirla. Pura magia. Perché appena le porte dell’ascensore si aprono sul secondo piano, un profumo mi catapulta a quando avevo 8 anni: ricordo perfettamente quell’odore. Un secondo o poco più di intensa emozione, ho trattenuto il respiro per paura di non poterlo più risentire e per cercare di tenerlo con me per ancora qualche secondo…

Lo sapete cosa mi ha riportato alla mente? L’hotel di montagna a due passi da qui dove trascorrevo le vacanze di Natale con la mia famiglia. Io quell’odore lo ricordo benissimo, ma solo mia madre e mia sorella possono comprendere a pieno a cosa mi riferisco. Il  profumo del legno misto a quello di una nota crema solare della PizBuin! Ve la ricordate? Ora le chiamo e glielo chiedo :-)

Sì, a voi questo interessa relativamente. Proseguiamo? Infilo la chiave magnetica e TAAAC, eccomi in una suite di 45 metri quadrati con balconcino privato e doppio servizio. Il paradiso.

Legno, tessuti dai toni caldi, letti king-size e una pioggia di cuscini (tra i quali quello al farro che sprigiona una morbidezza naturale), salottino e balcone con vista sulle montagne del Lavarella e Piz La Ila.

miss_claire_la_majun-1052

miss_claire_la_majun-1053

miss_claire_la_majun-1060

Come ho dormito in questo luogo non me lo dimenticherò facilmente: e poi le colazioni…marmellate, pane nero, estratti di frutta, speck e formaggi hanno scandito le mie sveglie ricordandomi una volta di più attraverso i sapori dove mi trovavo!

miss_claire_la_majun-1080

miss_claire_la_majun-1079

miss_claire_la_majun-1076

Come sempre alzo gli occhi e mi accorgo di avervi scritto un racconto lunghissimo, ma per me La Majun è stata una vera scoperta; l’ospitalità, il calore e l’accoglienza di Roberta e Natalie e di tutto lo staff è stata ineccepibile, non stento a credere che dalle due camere degli anni Sessanta ad oggi abbiano fatto tanta strada. Con il duro lavoro, la passione e l’amore in quello che si fa, giorno per giorno si possono ottenere dei risultati davvero magnifici!

Supremo è il valore della tenacia: chi fa della costanza la sua parola d’ordine, taglierà via via tutti i traguardi. Il fallimento è incompatibile con la tenacia, non riuscirà mai a tenerle testa.
(Napoleon Hill)

Ph. Andrea Zangrando

miss_claire_la_majun-1078

miss_claire_la_majun-1017

miss_claire_la_majun-1049

Share / CondividiShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
  1. Ho letto tutto di un fiato il racconto , perche’ piacevolmente scorrevano le tue parole e perche’ i luoghi descritti accompagnati dalle foto, mi hanno lasciata a bocca aperta , mi piace l’attenzione nei particolari , che non vuol dire solo lusso e 5 stelle , ma solo cuore e tanta passione ,amore verso le persone che si ospitano nella propria “casa” . I cuscini nelle varie forme e colori , i piatti che ti invitano a gustare ancor prima di sapere cosa ritroveremo dentro , quei cuori di legno intagliati sulle bottiglie o sugli oggetti nella stanza e poi ancora tende ,tovaglie , colori alle pareti e forme nella zona spa , dove potersi rilassare e sognare . Se dovessi decidere di andare a passare qualche giorno tra quelle montagne meravigliose ,certamente non avrei alcun dubbio su dove fermarmi ,per poter far vivere gioia ad ogni mio senso.

    1. Ciao Paola, sono felice di esser riuscita a trasmettere quello che è quest’hotel, un piccolo nido nelle Dolomiti!Grazie mille per il messaggio <3

Commenta