18 Febbraio 2016

L’olio d’oliva delle terre triestine

L’oro giallo di Merlak

Come spesso accade, quando trovo qualcosa che mi colpisce, ne sono incuriosita a tal punto da volerne sapere il più possibile. L’ultima volta mi è accaduto, qualche giorno fa, a pranzo. Avevo deciso di mangiare solo un’insalata per stare leggera, ma i migliori propositi sono andati letteralmente a farsi friggere quando mi hanno servito l’olio. Gustoso, avvolgente e delicato, non avevo mai provato prima d’ora nulla del genere. Dopo aver mangiato l’insalata mi sono ritrovata a fare la scarpetta con olio e sale fino a svuotare l’intero cestino di pane.

L’olio di una bontà eccelsa era di Merlak, azienda della Località di Dolina nel comune di San Dorligo della Valle a Trieste. Per saperne di più sono andata a curiosare di persona e ho incontrato Martin Merlak, un giovane ragazzo triestino, classe 1987, produttore di cotanta bontà.

Merlak_Olio-1016

Merlak_Olio-1000

Passeggiando tra le piante di Bianchera, Leccino, Pendolino, Leccio del Corno, Maurino e Carbona, Martin mi ha accompagnata in un viaggio alla scoperta di un mondo che non conoscevo. Incuriosita ho cominciato a porgli mille domande riguardo alla stagione migliore per la potatura (inizio primavera, il periodo delle palme) e al modo in cui farlo (bisogna tagliare i rami che tendono verso l’alto lasciando quelli che hanno un’angolatura a 45° rispetto al terreno e cercare di lasciare aperta la pianta verso il centro per far entrare la luce). Mi ha spiegato, per esempio, come fare una potatura corretta per una cicatrizzazione rapida

Merlak_Olio-1004

prestando attenzione a non lasciare monconi che possono causare la morte di una parte della pianta.

Merlak_Olio-1005

Ho seguito con grande attenzione i suoi consigli, anche perché nel mio giardino ho due piccole piante d’ulivo e non so mai come prendermene cura.

Un’altra bella scoperta è stata vedere che in questa zona non c’è la classica terra rossa del Carso, bensì il flysch, una terra arenaria marnosa, particolarmente adatta alla coltivazione di ulivo e vite.

Martin ha preso in mano le redini dell’azienda agricola di famiglia nel 2012, ampliando i terreni e coltivando nuove piante. Quella di Merlak è una piccola perla. A oggi, infatti, conta 220 piante che producono 25 quintali di olive per un totale di 400 litri d’olio. Il raccolto viene fatto interamente a mano senza l’utilizzo di rastrelli e reti, un’oliva alla volta operando una selezione minuziosa. Poi, i frutti raccolti sono portati al frantoio dove sono spremuti a freddo.

Merlak_Olio-1015

Merlak_Olio-1001

Merlak_Olio-1007

Merlak produce due tipologie d’olio: un Bianchera, una specie botanica autoctona, con una nota di piccantezza e leggermente amarotico con sentori di finocchio e d’erba tagliata, adatto per condire carni rosse e alla griglia, e un Salamonka (toponimo della zona) che è un blend di varietà botaniche italiane dal sapore più delicato, amabile e dolce, ottimo per condire cibi più delicati come il pesce e le verdure.

Accanto agli ulivi sono coltivati e prodotti anche la Vitovska, il Refosco, la Malvasia e il Merlot e alcuni ortaggi. Il tutto si può gustare nell’osmica di Martin, che si trova vicino alla Risiera di San Sabba.

Merlak_Olio-1021

Merlak_Olio-1022

Merlak_Olio-1024

Insomma l’azienda agricola Merlak è veramente un luogo incredibile e pensare che l’ho scoperto ordinando una semplice insalata!

Ph. Andrea Zangrando

Merlak_Olio-1020

Merlak_Olio-1012

L'articolo si trova in: 

Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

Orsone : la casa italo americana di Lidia e Joe Bastianich.

Restyling dell’ambiente e del menù.
Dopo una breve chiusura per le feste, si respira aria di cambiamento in Casa Bastianich. Per chi non avesse avuto…
Scopri altro
Fontanon di Goriuda

Quattro spunti per un fine settimana alternativo lontano dalle spiagge

Ecco cosa fare e dove andare se il solleone non vi attira proprio!
Qualche giorno fa vi ho trascinati alla scoperta di alcune, e sottolineo ALCUNE, delle più belle spiagge di Slovenia e…
Scopri altro

Alcuni consigli per preparare la vostra tavola per le feste

Parola d’ordine “Spending review”. A volte basta poco per far bella figura.
Una delle regole non scritte della mia vita è cercare di presentarsi bene spendendo poco. Questo principio, che utilizzo spesso…
Scopri altro

In crociera scivolando sul Mediterraneo

La mia prima esperienza a bordo di un gigante del mare
Mare, profumo di mare. Per raccontarvi questa particolare esperienza dobbiamo necessariamente partire dagli albori. Tutto nasce verso gennaio quando CruiseTopic…
Scopri altro