11 Febbraio 2019

Teatro Giuseppe Verdi, una stagione entusiasmante

Oggi la scopriremo insieme!

Lo sapevate che la mia carriera lavorativa è iniziata proprio qui? Avete letto benissimo, i miei primi passi sono iniziati  proprio dal Teatro Giuseppe Verdi.

Correva l’anno 1989, avevo solo 11 anni e all’epoca i miei pomeriggi erano scanditi da lezioni di pianoforte e danza classica. Mia madre sognava infatti per me un futuro nell’arte, nella musica e nella danza 🙂

Ebbene, capitò che, in una fredda giornata d’inverno, mentre ero impegnata con gli esercizi alla sbarra venne ad osservarci un signore; non sapevamo chi fosse e solo alla fine della lezione la maestra avvisò mia madre che ero stata selezionata per due spettacoli! “La Strada” e “8 e ½” di Nino Rota con regia di Gino Landi. Insomma, il Teatro Verdi mi voleva come comparsa ballerina!

Fu una delle esperienze più incredibili della mia vita! Le prove mi portavano a saltare giorni di scuola (e per me era già una ricompensa inaspettata) e potevo danzare insieme a ballerini che avevano visto innumerevoli palcoscenici nel mondo.

Ricordo ancora come fosse ieri le parole di buona fortuna che si usano nel mondo dello spettacolo (si ripeteva per 3 volte una parolaccia!), la  pece greca sotto le scarpette per non scivolare, il rumore sordo del palco ad ogni salto, l’orchestra e la sua potenza, i vestiti di scena, la sarta che prendeva le misure, i fotografi, le luci puntate che ti facevano velatamente intravedere le figure dei presenti in sala, le truccatrici, i camerini e... che esperienza fantastica!

No, non vi sto scrivendo questo articolo per raccontarvi del mio passato! Lo sto facendo perché voglio trasmettervi tutta la mia felicità, perché da oggi fino alla fine della stagione (giugno) seguirò l’attività della Fondazione Teatro Verdi.

Tornerò in quel luogo magico dove i suoni sembrano ovattati, dove il velluto rosso brilla tra gli intarsi dorati dei palchi e le luci gialle della sala illuminano tutto rendendo l’atmosfera affascinante…beh, è davvero emozionante!

Voglio raccontarvi della stagione lirica e del balletto non vi tedierò con trame intricate, critiche e quanto altro. Se ora mi diceste che a voi il teatro non piace, beh, non ci crederei. Capisco bene che per alcuni l’opera possa sembrare difficile e pesante, ma vi assicuro che poco a poco potreste ricredervi. Per apprezzare bisogna conoscere, per conoscere bisogna provare. Per provare bisogna incominciare ad approcciarsi, passo dopo passo. Un po' alla volta.

Perché quest’anno il Teatro Verdi di Trieste offre per la Stagione un programma veramente intelligente e perfetto per chi si vuole avvicinare a questo mondo pian pianino. Si chiama “Sempre Verdi da 0 a 100 (e +)”. Si tratta di spettacoli della durata di un unico atto (1 ora e 10 minuti al massimo) e rivolti ad un pubblico che si vuole approcciare al teatro progressivamente.

È come se voleste iniziare a correre e, senza un minimo di allenamento, vi lanciaste in una maratona. Così, a freddo. Ne restereste schiacciati del tutto! Se invece iniziate giorno dopo giorno ad allenarvi, pian pianino, senza fretta...beh, arriverete ugualmente alla meta e con tanta soddisfazione.

Lo stesso vale per il mondo del teatro! “Sempre Verdi da 0 a 100 (e +)” sarà per voi l’occasione perfetta! Il programma è iniziato a Settembre e terminerà a maggio (sappiate però che avrete la possibilità di vedere ancora due spettacoli):

  • Il Castello Incantato (dal 19 febbraio al 26 febbraio 2019)
  • Bastiano e Bastiana (dal 20 marzo al 29 maggio 2019)

Ma non è finita, c’è un’altra grande sorpresa. IL PREZZO. Il biglietto intero costa 7 euro, il ridotto under 18 e per le scuole è invece fissato a 5 euro.

Le rappresentazioni si terranno durante la giornata, mattino, pomeriggio e sera e se ci fosse qualche maestra o professoressa qui alla lettura sappiate che potrete ricevere le informazioni necessarie contattando promozione@teatroverdi-trieste.com oppure telefonando allo 040 6722210.

No, che avete capito. Questa opportunità non è pensata solo per i giovani. Chiunque può accedervi, anche i più maturi. Sette euro sono davvero un piccolo prezzo!

Per tutti gli spettacoli e le date guardate qui: http://www.teatroverdi-trieste.com/it/stagioni/2018/sempre-verdi-da-0-a-100-e-1

Se invece siete già degli appassionati di teatro, segnatevi queste date da qui a giugno:

  • Il Principe Igor dall’8 di febbraio
  • L’Elisir d’Amore dal 15 marzo
  • Madama Butterfly dal 12 aprile
  • Andrea Chénier dal 17 maggio
  • Carmen dal 21 giugno

Per il calendario completo fiondatevi sul sito del Verdi qui 

Io venerdì scorso sono andata a curiosare la Prima del Principe Igor...beh, meraviglia pura.

Non mi resta che dirvi: SOSTENIAMO LA CULTURA, SOSTENIAMO IL NOSTRO TEATRO!

Si alzi il sipario!

 

Foto Lara Perentin

 

L'articolo si trova in: 

Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

Sapori del Carso, la tradizione culinaria locale si mette in mostra

L'iniziativa si prepara a tornare in scena ad agosto in occasione delle Nozze Carsiche
I profumi e i sapori di un tempo tornano a mettersi in mostra in occasione di Sapori del Carso/Okusi Krasa,…
Scopri altro

Un Capodanno a spasso nella Mitteleuropa

Tradizioni e usanze tra Austria, Slovenia e Croazia
Ve l’hanno già rivolta la domanda di rito? Sì, proprio quella che vi fa spesso alzare gli occhi al cielo.…
Scopri altro

MissClaire a CARE’s The ethical Chef Days 2018

In Val Badia alla scoperta di...vediamolo insieme!
Se avete seguito le mie Stories saprete che per la prima volta nella mia vita ho preso parte a CARE's,…
Scopri altro

Un pranzo di medaglie : Ai 3 Magnoni Trieste.

“Quando la passione diventa un lavoro”
E’ successo proprio questo a Daniele Valmarin, quando diciotto anni fa, all’età di soli vent’anni insieme a sua sorella ha…
Scopri altro