11 Giugno 2024

Cinebike Festival

Non so se sei mai stato in un drive-in. Di sicuro posso suggerirti di andare al bike-in

Se il drive-in è quel luogo dove parcheggi l’auto e, senza scendere, te ne stai lì seduto a guardare un film all’aperto, il bike-in è quel luogo dove posteggi la bici e, diciamo senza scendere, te ne stai lì seduto a guardare un film all’aperto. Sì: è così. Quindi, alla bellezza del film, aggiungi la sostenibilità garantita dalla tua presenza perché arrivi (appunto) in bici, ma anche a piedi o in monopattino (e poi ti siedi, perché ci sono anche delle sedie).
Se ti stai chiedendo «Dove?», la risposta è «Al Cinebike Festival»: un festival cinematografico che fa accomodare gli spettatori all’aria aperta, impiega attrezzature mobili e riutilizzabili, e promuove l’utilizzo della bicicletta come mezzo ecologico, a favore di un turismo lento e di una mobilità sostenibile.  

Grado, 16-06-2023 - Parco delle Rose - CINEBIKE FESTIVAL - Serata Inaugurale - Foto © 2023 Alice BL Durigatto

Le proiezioni dei film sono alimentate dall’energia solare con il Solar Cinema: un furgone con dei pannelli solari posizionati sul suo tetto che, attraverso un inverter e alcune batterie, accumula energia pulita che viene poi utilizzata per le proiezioni all’aperto in assoluta autonomia energetica. Altro punto a favore della sostenibilità.

Grado, 18-06-2023 - Parco delle Rose - CINEBIKE FESTIVAL - L’Ombrellone - Introduce Donatella Luttazzi Donatella Luttazzi è la figlia del celebre compositore Lelio Luttazzi, autore della colonna sonora del film “L’Ombrellone”. - Foto © 2023 Alice BL Durigatto


Aggiungo che, oltre ai film, ci saranno musica, fumetti, escursioni, circo e presentazioni di libri con gli autori.
Inoltre, non mancherà la possibilità di nutrirsi e idratarsi: un chiosco-furgonato sarà parcheggiato nell'arena bike-in con bibite, birre artigianali, cibo da strada e pop-corn. Tutto a chilometro zero o quasi.
Domanda tua: «Ma come faccio a mangiare e a bere se sono seduto sulla bici?»
Risposta mia: «Non ti preoccupare: il bike-in è una struttura tubolare progettata per potersi accomodare accanto alla propria bicicletta, dove troverai anche degli idonei piani in legno che agevoleranno il tuo relax (vedi alla voce: tavolo). E poi ci sono anche le sedie.»

Grado, 19-06-2023 - Parco delle Rose - CINEBIKE FESTIVAL - Cinebike-Shorts - Padrino dell’evento: il celebre rapper Frankie hi-nrg mc - Premiazione dei vincitori del concorso - GAMBE, la strada è di tutti - - Introduce Marco Scarponi, Presidente della Fondazione Michele Scarponi Onlus - Foto © 2023 Alice BL Durigatto

E potrai saziare anche la tua fame di sostenibilità e conoscenza con una tappa al bookshop del festival. Un bookshop che viaggia (neanche a dirlo) su una bici-cargo che sarà sempre posteggiata nell'arena prima delle proiezioni e che proporrà una selezione di libri dedicati al tema della bici, del viaggio e del territorio del Friuli Venezia Giulia.

La prima proiezione (Tanta strada* di Lorenzo K. Stanzani) avrà luogo a Cormons venerdì 14 giugno. Tutte le altre (in programma dal 15 al 22 giugno) si terranno al Parco delle Rose di Grado. I vari eventi "non-cinematografici" saranno ospitati durante questa stessa settimana fra il confine goriziano e Aquileia.
Al tema principale della sostenibilità, infatti, si è aggiunto il tema del "confine" perché anche Cinebike rientra fra le iniziative che ci avvicinano a “GO! 2025! Nova Gorica e Gorizia Capitale europea della cultura 2025”: i titoli scelti, dunque, raccontano storie di confine, di contrasti, di riavvicinamenti e di incontri.

Il Cinebike Festival è alla sua seconda edizione, ed è organizzato da Videomante, una società cividalese composta da quattro donne che da vent’anni si occupano di cinematografia: sia realizzando film e documentari, sia organizzando festival e incontri formativi per adulti e piccini.


* La proiezione di questo film sarà alimentata dall'energia che 8 persone del pubblico genereranno pedalando alcune bici “speciali” messe a disposizione dall'Associazione CicloCinema.
Sì: proprio così. Se sei una di quelle otto persone: pedali e guardi il film. Se ti stanchi... vedremo cosa succederà.

Corinna Sabbadini

L'articolo si trova in: 

Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

Collio: relax and enjoy!

Tre giornate immersa tra i filari in un’esperienza unica
A, B, C come Collio! Ebbene sì, sono stata ospitata dal Consorzio Collio per vivere l’esperienza “Risveglio dei Sensi”, una…
Scopri altro

Always : a Trieste sbarca la cosmeceutica biologica.

La chiave è prendersi cura si se stessi. Sempre!
Come ben saprete, solitamente non parlo nei miei post di beauty e nemmeno di negozi, ma quest’ultima scoperta ha richiesto…
Scopri altro

Villa Bonomo, una location esclusiva a Trieste

Eventi, matrimoni e occasioni importanti: ecco cosa offre questa dimora settecentesca
Chissà quante volte sarete passati per via Bonomea, la strada che collega l'Obelisco di Opicina a Gretta, osservando dal finestrino…
Scopri altro

Cosa fare a Maniago?

Tra artigianato, eccellenze gastronomiche e natura
Se vi dicessi che all’alba dei miei 42 anni non ero mai stata a Maniago? Non mi credereste, vero? E…
Scopri altro