23 Dicembre 2015

Pasticceria Maritani: tradizione e dolcezza dal 1928

Uno tra i migliori laboratori artigianale del Friuli Venezia Giulia

Oggi vi racconto una storia dolce, ma prima vorrei fare una piccola premessa. Per scrivere questo post ho gironzolato per due mesi nel laboratorio artigianale della Pasticceria Maritani a Staranzano (Go), immersa in un mondo di cui ignoravo l’esistenza e che mi ha letteralmente sorpresa e affascinata.

Ho avuto la fortuna di camminare accanto ai guru della pasticceria e conoscere la grande famiglia Maritani (sì perché sono più di uno staff di persone che lavorano insieme), scoprire e osservare con attenzione il loro lavoro prima di raccontarlo. La passione, la ricerca e l’amore incondizionato per l’arte della pasticceria, un racconto che non potevo tralasciare nel mio blog.

La storia della famiglia Maritani comincia nel 1928 con Carlo che qualche anno più tardi lascia il “mattarello”, lo scettro della sua piccola bottega, nelle mani del figlio Ottavio che, insieme a Rosalba, tra farine, pasta madre, cioccolata e creme, fa lievitare il laboratorio artigianale.

LR_Maritani_Laboratorio-1023

Ottavio e Rosalba trascorrono una vita insieme, dediti al lavoro e alla famiglia. Dalla loro unione nascono: Sandro e Paolo. I due fratelli si formano all’Istituto Statale per l’Arte Bianca di Torino, dove cominciano un percorso - che non si è ancora fermato - fatto di tanto lavoro, stage, master e continui corsi di aggiornamento per migliorare la tecnica e la lavorazione delle materie prime.

LR_Maritani_Laboratorio-1027

Nell’ultimo periodo sono stata l’ombra di Ottavio e Sandro, l’ho seguiti dappertutto, scrutando con attenzione ogni singola fase del loro lavoro. È stato un tempo sufficiente per capire che la farina macinata a pietra, la pasta madre, la vaniglia di Thaiti, le nocciole del Piemonte (e tanto altro ancora) sono le loro chiavi del successo dei loro prodotti. Non smettono mai di cercare materie prime d’eccellenza, non badano al prezzo ma alla qualità.

Come fosse una vecchia signora, fragile nella struttura ma ricca nell’“esperienza di vita”, Sandro lavora la sua pasta madre che ha più di 95 anni, ma che, se trattata con le dovute accortezze, è in grado di dare il meglio di sé.

LR_Maritani_Laboratorio-1007

La cosa che mi dispiace di più e non poter trasmettere i profumi del laboratorio: dall’odore della frolla appena sfornata al gianduja, dallo zabaione dei bignè alle essenze dei singoli aromi.

Ho voluto seguire passo passo tutta la preparazione (52 ore di lavorazione) dei panettoni e dei Maritani Pan Natale, semplici e deliziose rivisitazioni del classico panettone natalizio. Usano ingredienti naturali, gli stessi di nonno Carlo: lievito madre, senza monogliceridi e grassi idrogenati, arancini artigianali e gianduia, fave di cacao e tanto altro ancora.

LR_Maritani_Laboratorio-1003

LR_Maritani_Laboratorio-1002

LR_Maritani_Laboratorio-1001

LR_Maritani_Laboratorio-1000

I panettoni sono prodotti solo 15 giorni prima di Natale perché, dato che non contengono conservanti, non possono essere assemblati prima. Potete immaginare com’è il laboratorio nel mese di dicembre… si trasforma in una vera e propria fabbrica di Babbo Natale! 🙂

LR_Maritani_Laboratorio-1014

LR_Maritani_Laboratorio-1013

LR_Maritani_Laboratorio-1026

Finita la produzione prefestiva si torna alla normalità che significa meravigliose dolcezze da gustare in ogni occasione. Ordinando una torta della Pasticceria Maritani siate certi che potrete gustare una delle migliori della zona. I loro dolci li trovate in Laboratorio Maritani Staranzano , al Caffè Carducci a Monfalcone, da Caffè Vatta a Trieste,  Bar X TriesteCaffè Teatro Verdi a Trieste, Illyteca a Trieste e Padova, Pasticceria Bertoni a Ronchi dei Legionari, da Caffè Roma a Portogruaro e tante altre ancora ...

LR_Maritani_Laboratorio-1015

LR_Maritani_Laboratorio-1005

LR_Maritani_Laboratorio-1004

LR_Maritani_Laboratorio-1022

LR_Maritani_Laboratorio-1025

LR_Maritani_Laboratorio-1024

Sono sicura di non avervi detto tutto, sicuramente avrò tralasciato qualcosa d’importante, ma spero di essere riuscita a condividere con voi, anche se solo per poco, quest’esperienza così emozionante e soprattutto dolcissima!

 

Photo: Andrea Zangrando

 

LR_Maritani_Laboratorio-1011

LR_Maritani_Laboratorio-1009

LR_Maritani_Laboratorio-1010

LR_Maritani_Laboratorio-1008

LR_Maritani_Laboratorio-1019

 

L'articolo si trova in: 

Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare anche:

Trieste, una cena cullati dalle onde del Golfo.

Mare in B un appuntamento da sperimentare.
"E' come essere turisti nella propria città" questo è stato il commento di una ragazza che partecipava all'evento Mare in…
Scopri altro

Ultime novità (anche in chiave triestina) da Londra

Racconto della mia ultima incursione nella capitale britannica
Lo so, solitamente mi concentro sui racconti che riguardano Trieste e dintorni, ma dovete sapere che una volta all’anno cerco…
Scopri altro

Italian Fable: Dall’Italia a Trieste al Mondo.

La start-up triestina che offre prelibatezze nelle sue Surprise Food Box
Qualche mese fa, passeggiando sul carso triestino, incontro una mia amica di vecchia data Paola Fonda, che mi racconta di…
Scopri altro

Alberto Mancini: uno Yacht Designer triestino alla conquista dei migliori cantieri.

Dalle barche agli arredi, lo stile aerodinamico di un purista.
Il primo colpo d’occhio appena entrata nello studio AM Yacht Design va al colore bianco, predominante, poi ai preziosi modellini…
Scopri altro