Un tour tra Jeruzalem e Ljutomer in Slovenia.

Ecco cosa ho selezionato per voi…

Molti credono che nella zona nord-orientale della Slovenia ci sia poco da fare, e che, oltre a stupendi paesaggi e natura incontaminata, il territorio non abbia altro da offrire. Nulla di più sbagliato! A dimostrazione che questa regione ha molto da offrire, vorrei condividere con voi il mio itinerario speciale.

Sicuramente vi consiglio di alloggiare in un agriturismo a 4 mele (perchè qui la categoria viene evidenziata con le mele e non con le stelle, come i comuni alberghi), ma vi posso assicurare, che  se ne sentite la mancanza, di stelle, in cielo, ne conterete ben più di quattro! Io ho soggiornato da Turizem Tompa. Qui potrete godere di una vista mozzafiato, sulle colline circostanti e su Jeruzalem, e degustare gli ottimi prodotti della casa. Un ettaro di terra per produrre del buon vino; questo è il segreto di Tompa, che con i suoi Sipon (vino bianco autoctono) e Rizling vi farà trascorrere la giornata in allegria.

Miss_Claire-1016

Miss_Claire-1017

Miss_Claire-1015

Miss_Claire-1019

Miss_Claire-1018

Pronta a partire per il mio mini tour alla scoperta di queste terre, mi piacerebbe incominciare la giornata con un’energica cucchiaiata di miele, quindi perchè non far visita all’apicoltore che ha vinto la medaglia d’oro come miglior miele d’acacia nel 2015? Eccomi da Cebelarstvo Tigeli a Verzej, dove vivono 84 famiglie d’api e dove si possono apprezzare mieli di diverse varietà. Qui si può anche ammirare una casa delle api del 1899, di manifattura tedesca e completamente restaurata. L’arnia, di proprietà di una fattoria a 25 km da qui, è stata comprata e, dopo il restauro, adibita a piccolo museo. Quindi perché non godersi il magnifico giardino e visitare il museo dell’ape?

Miss_Claire-1021

Miss_Claire-1020

Miss_Claire-1023

A questo punto è d’obbligo una gita nella vicina Jeruzalem; non vi preoccupate, non c’è un Muro del Pianto, anche se il nome viene proprio da Gerusalemme! Infatti, tra il 12° ed il 13°secolo, i Crociati tedeschi approdarono nelle “Gerusalemme slovena”, alla ricerca della strada per l’attuale Gerusalemme. In questo luogo di pellegrinaggio, dove dalla vetta si scorge il confine con l’Ungheria, l’Austria e la Croazia, nel 17° secolo, fu anche costruita la Chiesa barocca di Nostra Signora dei Dolori.

Una pausa riflessiva fa sempre bene, purifica l’anima e lo spirito, anche se di spirito nell’aria ce n’è già molto!

Miss_Claire-1014

Miss_Claire-1011

Miss_Claire-1012

Miss_Claire-1013

Infatti non lontano da qui (due colline dopo), c’è il più rinomato produttore di vino locale e forse anche il        più “vecchio”: esiste infatti da ben 300 anni! Si tratta di P&F Wineries.  650 ettari di proprietà e 500 ettari in affitto da terzi per produrre una vasta quantità di etichette, esportate in oltre 20 Paesi nel mondo. La cosa più incredibile è stata scendere nella cantina e poter degustare un Laski Rizling della mia stessa annata: 1978!

Miss_Claire-1009

Miss_Claire-1027

Miss_Claire-1026

Miss_Claire-1024

Miss_Claire-1010

Miss_Claire-1008

Ma in questa zona, le colline con i filari di viti, sono alternate da pianure, dove, tra diverse coltivazioni c’è anche la zucca!

Da 110 anni l’ Oljarna Sredisce ob Dravi è specializzata nella produzione di olio spremuto a freddo di semi di zucca. Il 50% dei semi vengono da terre di proprietà e il restante 50% proviene da campi di altre fattorie, tutte rigorosamente slovene! Questa azienda è conosciuta come la migliore della Slovenia per l’olio di zucca, ottimo per il condimento e ricco di vitamine e antiossidanti.

Miss_Claire-1004

Miss_Claire-1002

Miss_Claire-1003

Miss_Claire-1000

La giornata è quasi giunta al termine, ma ho ancora molte cose da raccontarvi, perciò aspettate ancora qualche giorno che a breve vi aggiornerò con le prossime tappe del mio tour alla ricerca delle primizie slovene!

Miss_Claire-1025

Jeruzalem - Davorin Kurbos

Jeruzalem-Boštjan Peterka (4)

Zračni Jeruzalem Milan Klemenčič-6.7.2011

Naš Jeruzalem (6)

Commenta