Molino Moras, un secolo di farine

A Trivignano Udinese alla scoperta di un mestiere antico e affascinante!

Spesso gli incontri più piacevoli avvengono per caso. Ed è così che un giorno, passeggiando lungo via Felice Venezian, ho scoperto una bottega particolare; un negozietto dai toni caldi pieno zeppo di setacci e spighe di grano. Non ho potuto resistere…mi ci sono fiondata dentro!

Varcato l’ingresso mi sono ritrovata nella Mecca delle farine. Spettacolo! Mentre mi guardavo attorno con gli occhi a forma di cuoricino, si è avvicinata a me una bella ragazza dai capelli ricci e biondi. «Hai bisogno di aiuto?». Presa alla sprovvista come durante un’interrogazione le ho risposto che cercavo della farina.

«A cosa ti serve?». Ehm…beh, è stato un attimo. Davanti a me ho rivisto il dolce di mia nonna, la pizza, il pane caldo e tanto altro. Perché c’è un mondo dietro a questa semplice polvere bianca. Non così semplice, in realtà. Perché Cristina – responsabile vendite del negozio UnSaccoMoras – mi racconta che di farine ne esistono a bizzeffe e non tutte si prestano al medesimo utilizzo.

Il negozio vende per lo più prodotti del Molino Moras, un molino di Trivignano Udinese, a pochi chilometri da Trieste, la cui storia affonda le radici nel 1905. Non c’è cosa che tenga: devo andarci! Detto. Fatto.

missclairemolinomoras15

Ad accogliermi c’è il sorridente nonno Vittorio, colui il quale negli anni Sessanta ha rivoluzionato la storia del Molino acquistando i laminatoi; si tratta di due rulli accostati che, girando in senso contrario, frantumano le granaglie. Ah, funzionano ancora eh!

missclairemolinomoras5

Sono impaziente. Voglio vedere con i miei occhi come nasce l’oro bianco…e allora, via con il tour!Mi accompagna Sara, (Ufficio commerciale e Retail del Molino Moras) nipote trentenne di Vittorio che, dopo avermi presentato la famiglia al completo (quasi tutti sono arruolati in azienda :-)), mi racconta qualcosa di loro.

missclairemolinomoras7

Una vita trascorsa da sempre tra casa e lavoro, «e chi parlava di lavoro a casa…pagava una multa!» mi confessa; e ancora, il tempo libero con i cuginetti, il ricordo di nonna Margherita che preparava ogni santo giorno immense tavolate per far mangiare tutti. Sembrano storie d’altri tempi.

missclairemolinomoras30

Al Molino la base è la qualità. E la filiera inizia con la scelta dei grani migliori, compito che spetta a Nicoletta, (il boss dell’azienda) mamma di Sara, che li seleziona accuratamente; sempre lei si occupa del progetto “Flôr di Lune”, una farina ottenuta da frumento coltivato rigorosamente in Friuli Venezia Giulia.

missclairemolinomoras28

Ad analizzare la materia prima ci pensa invece Geremia, responsabile mugnaio e cugino di Sara, il quale effettua tre campionamenti prima di stoccare il grano nei 9 silos presenti in azienda. Solo un ottimo frumento può dar vita ad una farina Moras!

missclairemolinomoras10

missclairemolinomoras24

Passato il controllo qualità il chicco viene preparato; prima pulito e poi condizionato (lavandolo con dell’acqua). Successivamente viene messo a riposo per circa 24 ore.

missclairemolinomoras21

Terminata questa fase il frumento finisce dritto nei laminatoi di nonno Vittorio; dopo soli 12 passaggi (e non 24 come avviene normalmente nelle produzioni industriali per ottenere una maggior quantità di prodotto!) la “farina in fasce” passa al “plansichter” che, attraverso un movimento di rotazione e oscillazione unitamente ad un sistema di setacci (musica alla Super Quark in sottofondo), la suddivide a seconda della grossezza dei granelli, separandola inoltre dalla parte cruscale.

missclairemolinomoras23

missclairemolinomoras18

A questo punto ci siamo! La farina è pronta per essere confezionata nei vari formati e stoccata in magazzino dove riposerà per ALMENO un mese. Io mi fiondo nella “Buteghe del Mulin” alla scoperta dei prodotti del Molino.

missclairemolinomoras19

missclairemolinomoras13

missclairemolinomoras12

Fermo restando che la punta di diamante è il Flôr di Lune (ve ne ho parlato prima), della Linea Tradizione (grano tenero) Molino Moras potrete trovare:

  • Fior Fiore Ideale per pane, pizza, dolci lievitati e come base per impasti a lunga maturazione
  • Doppio 00 Sfoglia Perfetta per panini veloci, grissini e crackers. Ottima per la realizzazione di prodotti di pasta frolla e pasta fresca all’uovo, si presta pure per crêpes e piadine
  • Tipo 1 Adatta per focacce e pizze rustiche con lunga maturazione e dolci lievitati
  • Integrale Utilizzata per pane e dolci, è perfetta per una pizza dal sapore più rustico e completo
  • Manitoba Ottima per i grandi lievitati quali panettone, pandoro, focacce, colombe e pinze. Perfetta pure per krapfen e bomboloni
  • Granito Viene utilizzata come farina da spolvero nella preparazione di pane, pizza e altri prodotti da forno, ottimo anche per pasta fresca, per gnocchetti e per ottenere fritture croccanti. Può essere aggiunto in piccole quantità anche nell’impasto di preparazione del pane

Sia chiaro. Queste sono solo ALCUNE delle meraviglie prodotte dal Molino. Oltre alla Linea Tradizione troverete la Mais, la Linea Fibre e Benessere, la Linea Gusto e fantasia e quella dedicata alle intolleranze. Non posso elencarvele tutte, quindi vi consiglio di sbirciare sul loro sito :-)

missclairemolinomoras1

Nello spaccio e nei loro negozi troverete inoltre tantissimi altri prodotti del Friuli Venezia Giulia, dal riso Vialone nano ai biscotti, dai grissini alle confetture.

missclairemolinomoras36

missclairemolinomoras29

Ah, ancora una cosa che sono sicura vi piacerà! Se amate avere le mani in pasta, Moras propone due appuntamenti al mese (anche a Trieste) per sviluppare le tecniche di pane, pasta, pizza, colomba, panettone e pasta fresca. Trovate il calendario completo qui https://www.molinomoras.it/it/appuntamenti/workshop/

missclairemolinomoras34

Bene, mi sembra di avervi detto tutto. Io scappo che vado a tirar l’acqua al mio mulino :-)

Ph. Tanja Tuta

missclairemolinomoras25

missclairemolinomoras4

missclairemolinomoras3

Share / CondividiShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Commenta